Il primo contributo alla definizione e successivo sviluppo dell’asset allocation lo si deve ad Henry Markowitz.
Lo studio di Markowitz si base sull’analisi del processo che genera la domanda e l’offerta di attività finanziarie in funzione del rapporto rischio/rendimento da esse espresso. Il principio base che governa la teoria di Markowitz, è che, al fine di costruire un portafoglio efficiente occorre individuare una combinazione di titoli tale da minimizzare il rischio e massimizzare il rendimento complessivo, compensando gli andamenti dei singoli titoli.
La diversificazione di un portafoglio è importante e funziona, poiché i prezzi di prodotti diversi non hanno un andamento esattamente concorde, non sono perfettamente correlati, e il rischio specifico del portafoglio in questo modo, può essere potenzialmente eliminato.
Questa teoria è alla base della piattaforma di consulenza avanzata con la quale lavoro.
Partendo da un concetto fondamentale basato sulla fiducia, che in un rapporto si concretizza quando gli obiettivi sono condivisi e messi nero su bianco, ad ogni grado di rischio/rendimento c’è un portafoglio adeguato.

Frontiera Efficiente                                                                                                                                       Cono di confidenza
foto 1 advice

Esempio di portafoglio “reale”

foto2 advice

Fondamentale, successivamente il monitoraggio del portafoglio, non si può creare un portafoglio e lasciarlo a se stesso, ma bisogna controllarlo e fare le dovute modifiche quando necessita.

foto3 advice