Online banking, una risorsa fondamentale per molti italiani

Ne ho parlato parlato lungamente nei mesi scorsi in diversi post soprattutto durante la fase acuta  della pandemia da Covid,  avere un conto corrente agile ed economico e votato all’online banking è fondamentale.

Facile.it  si è chiesto come la pandemia abbia impattato sulla spesa della famiglia italiana commissionando una ricerca a mUp Research e Norstat. I dati ci danno un input sulla cultura finanziaria del Bel Paese, ecco alcuni esempi:

I titolari di conto corrente che, a luglio 2020, hanno ammesso di non conoscerne i costi sono 5.900.000, vale a dire quasi il 15% dei possessori. In particolare, a conoscere meno i costi del proprio conto sono risultate essere le donne (16,6% rispetto al 12,5% del campione maschile) e i rispondenti con un’età compresa tra i 45 e i 54 anni (17,3%). 

Stando sempre all’indagine il 16,9% ha dichiarato di voler risparmiare sulle spese da conto corrente tanto che nei mesi tra marzo e giugno 2020  il 4,8% dei correntisti ha dichiarato di aver cambiato conto spostandosi verso qualcosa di più conveniente. Inoltre, il 27% lo ha fatto perché la propria banca non forniva un servizio di online banking. 

Online banking, chi cambia

I più inclini a cambiare conto corrente sono stati gli uomini (5,4% vs 4,3% delle donne), i giovani con età compresa fra 25 e 34 anni (9,5%) e i residenti nel Nord-Est (5,8%). 

A gennaio 2020, prima dell’esplosione della pandemia, il 17,3% dei rispondenti riteneva il costo del conto corrente una delle voci più pesanti sul budget familiare e addirittura il 17,5% desiderava ridurne il peso, a seguito dell’emergenza sanitaria i valori sono calati, passando, a luglio, 2020, rispettivamente al 16,1% e al 16,9%, segno evidente di come l’attenzione delle famiglie si sia spostata su altre voci di costo. In particolare, sono i rispondenti appartenenti alla fascia di età 65-74 anni a percepire che il conto incida meno sul budget famigliare (12,4%) e solo l’8% dei giovani con un’età compresa tra i 18 e i 24 anni vorrebbe riuscire a risparmiare in questo ambito.

Rispondi