little girl in vr headset

Impariamo a investire da Warren Buffet

Semplici regole e un consulente a guidare i nostri passi. La pianificazione finanziaria diventa quanto mai necessaria nel mondo post pandemico

Noi italiani siamo famosi per aver poca dimestichezza con gli investimenti e la cultura finanziaria in generale. Prima della pandemia una ricerca Consob era estremamente esaustiva in questo senso, lo riassume perfettamente l’immagine in basso

La pianificazione finanziaria non è il nostro forte ma possiamo imparare, magari partendo da un Pac e cominciare a progettare finanziariamente il nostro futuro. Facciamo nostro il motto di Warren Buffet secondo il quale in ambito finanziario esistono tre parole fondamentali ‘margini di sicurezza’ muoverci dentro ad essi ci darà una sicurezza maggiore, manteniamo le cose semplici e non spingiamoci oltre al limite che ci siamo prefissati. Un altro insegnamento importante da tenere ben presente è che durante la nostra partita nel mondo finanziario dobbiamo concentrarci sul campo da gioco e non sul tabellone per guardare il risultato ogni dieci minuti. Saper aspettare è fondamentale.

Buffet e la nuova tecnologia

È azionista Apple, anche se ha tagliato di molto il suo portafoglio di recente, ma non si lascia irretire dalle esche che il mercato finanziario lancia ciclicamente. Ad esempio non ha mai dimostrato interesse per le azioni di Tesla benché oggi Elon Musk, suo fondatore, sia l’uomo più ricco del mondo e la sua azienda navighi con il vento in poppa. Si punzecchiano, non si amano, ma si rispettano. Recentemente Musk ha twittato dicendo che ora Buffet potrebbe investire in Tesla visti i risultati. La risposta del novantenne è stata semplice e diretta: ‘dovresti essere più selettivo sulle cose da scrivere online‘. I due big dell’economia mondiale si divertono benché su fronti opposti.

Le big tech sollevano le borse europee

Nonostante le baruffe tra i due le grandi del comparto tecnologico stanno spingendo i mercati europei. Facebook martedì ha aperto con utili superiori alle previsioni, la trimestrale delle altre sorelle non è da meno se guardiamo Alphabet di Google, Apple e Amazon. A trainare il comparto, neanche a dirlo, Tesla con +12,6% pari a mille miliardi di capitalizzazione. Risultati notevoli soprattutto se si guarda alla penuria dei semiconduttori che sta mettendo in seria difficoltà le aziende.

Rispondi